FER non fotovoltaiche, al 30 giugno contatore a 5,440 miliardi di euro

da | Lug 28, 2017 | gse, rinnovabile | 0 commenti

​Il contatore delle fonti rinnovabili non fotovoltaiche ha raggiunto, lo scorso 30 giugno, il costo indicativo medio di 5,440 miliardi di euro. Tale ammontare va confrontato con il tetto di 5,8 miliardi di euro. Si segnala un lieve aumento del contatore (+11 € mln), principalmente per il significativo incremento di piccoli impianti che hanno fatto richiesta di incentivazione in accesso diretto ai sensi del DM 23/6/2016.

Nel contatore rientrano gli oneri d’incentivazione riguardanti gli impianti CIP6 (quota rinnovabile), l’incentivo sostitutivo dei Certificati Verdi e le Tariffe Onnicomprensive (DM 18/12/2008), gli impianti incentivati mediante il Conto Energia per il solare termodinamico e quelli in esercizio ai sensi del DM 6/7/2012 e del DM 23/6/2016 (FER non fotovoltaiche).

Per maggiori informazioni è possibile consultare sul sito del GSE i documenti relativi alle modalità di calcolo e allo Scenario Evolutivo del contatore.

 

(fonte GSE)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAMBIO SUL POSTO

Il servizio di Scambio sul Posto è una particolare forma di autoconsumo in sito che consente di compensare l’energia elettrica prodotta e immessa in rete in un certo momento con quella prelevata e consumata in un momento differente da quello in cui avviene la...

Superbonus 2022

Superbonus 2022: come funzionano le nuove scadenze? L'attuale versione dell'art. 119 del Decreto Rilancio prevede una scadenza unica del superbonus 110% al 30 giugno 2022 con alcune eccezioni. Vediamo quali. Superbonus 2022: non cambia la scadenza per la fruizione...

it_ITItalian